L'Inter vince a Udine e lascia il Milan a -4

domenica 28 Febbraio 2010 - Sport

L'Inter vince a Udine e lascia il Milan a -4 Importantissima vittoria dell'Inter che si impone sull'Udinese per 3-2 e tiene il Milan a 4 punti. Nemmeno le squalifiche e gli infortuni riescono a bloccare la capolista che anche in formazione decisamente rimaneggiata trova ad Udine un importante successo.

L'Inter gioca al Friuli contro un Udinese che ha appena ritrovato Marino e che vuole allontanarsi subito dalla zona più pericolosa della classifica. La capolista viene da una settimana pesante per la questione squalifiche, ma la vittoria sul Chelsea in Champions League le ha ridato morale. Di certo avere il Milan a soli quattro punti è uno stimolo importante per i nerazzurri e Mourinho non vuole trovarsi in situazioni difficili proprio ora che la Champions ha preso la giusta piega.

Vittoria non facile dei nerazzurri al Friuli, ma quanto mai preziosa. La capolista vince 3-2 e tiene a distanza Milan e Roma: i rossoneri restano a -4, i giallorossi inseguono a -7. L'Inter deve sudare per portare a casa il risultato grazie ai gol di Balotelli, Maicon e Milito. Le reti di Pepe e Di Natale (rigore) non bastano all'Udinese e nel concitato finale è la traversa a salvare i nerazzurri. La stangata del giudice sportivo confina Josè Mourinho in tribuna e accresce l'emergenza davanti a Julio Cesar. Il tecnico portoghese non rischia Materazzi ed è costretto a schierare Thiago Motta centrale al fianco del gigante Lucio. L'Udinese passa in vantaggio dopo soli due minuti con gol di Pepe, ma l'Inter in un quarto d'ora sistema le cose con autorità e al sesto minuto di gioco Balotelli segna il pareggio.

In avvio di ripresa l'Udinese torna a spingere e al 51' accorcia le distanze dagli 11 metri. L'arbitro Bergonzi concede il rigore per un fallo di mano di Balotelli in barriera, ma l'Udinese protesta perchè sul prosieguo dell'azione Pepe era andato in gol. Poco male: Di Natale trasforma il penalty e riapre l'incontro. La difesa nerazzurra sbanda pericolosamente anche al 55', quando si perde Sanchez al centro dell'area: il cileno colpisce centrale di testa e Julio Cesar neutralizza. La squadra di Marino spreca una clamorosa chance per il pareggio al 75' con Quadrado: il colombiano scambia bene con Pepe, ma a due passi da Julio Cesar fa una cosa a metà fra il tiro e l'assist per Di Natale, da solo al centro dell'area. Nel finale-thrilling l'Inter si salva con l'aiuto della fortuna. Nel quinto minuto di recupero Inler prova il tiro della disperazione: deviazione e palla sulla traversa.

Scrivi il tuo commento all'articolo

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle