Vive in casa per un mese con l'amico morto

venerdì 30 Aprile 2010 - Cronaca

Vive in casa per un mese con l'amico morto Una donna con problemi psichiatrici, ha dormito per un mese, accanto all'amico morto, un pensionato vedovo, che frequentava da qualche anno. A dare l'allarme i vicini a causa del cattivo odore proveniente dall'appartamento.

Una donna sulla sessantina con problemi psichiatrici si e' coricata per circa un mese accanto al cadavere di un pensionato che frequentava da qualche anno. L'incredibile vicenda,  e' accaduta a Trieste. Sono ieri i condomini dell'inquilino dell'appartamento al terzo piano di via Baseggio numero 71, nel rione di Gretta, si sono decisi a chiamare la polizia a causa del cattivo odore e degli insetti che avevano invaso lo stabile. Il cadavere era quello di un pensionato di 76 anni, Bruno Cingerla, vedovo e senza parenti. La donna ha continuato a recarsi nell'alloggio, mangiando e dormendo accanto al cadavere che aveva avvolto in una coperta.

I vicini di casa hanno spiegato di non essersi insospettiti prima poiche' l'appartamento dell'uomo era sempre maleodorante e anche perche' la donna aveva riferito, a chi le chiedeva notizie di Cingerla, che si era recato a Torino ospite di amici. Il pensionato sarebbe deceduto per cause naturali, come e quando sara' l'autopsia a chiarirlo definitivamente. L'esame autoptico e' stato disposto dal pm Raffaele Tito che ha fatto mette l'appartamento sotto sequestro.

Scrivi il tuo commento all'articolo

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle