Piazzola, il mega palco per i concerti finisce in Procura

mercoledì 30 Giugno 2010 - Cronaca

Piazzola, il mega palco per i concerti finisce in Procura Il palco utilizzato per i concerti del Piazzola Live festival non va giù ai consiglieri comunali di centro destra: Il palco è troppo grande e nasconde la storica Villa Contarini.

E’ bufera a Piazzola sul Brenta per il mega palco allestito davanti alla cinquecentesca Villa Contarini. La struttura, realizzata dalla società di eventi Zed Entertainment’s World, per la terza edizione del «Piazzola Live Festival» (12 giugno - 2 agosto), non solo si è attirata le critiche di Italia Nostra, l’associazione che si batte per la salvaguardia dei beni culturali e artistici del Paese ma è anche finita al centro di due distinti ricorsi giudiziali: l’uno davanti alla Corte dei Conti, l’altro davanti alla procura della Repubblica. A proporre le istanze sono stati alcuni consiglieri di minoranza del Comune che accusano l’amministrazione di centrosinistra, da un lato di aver liquidato alla Zed, ancora nel 2009, ben 60 mila euro per l’organizzazione dell’evento; dall’altro di avere concesso, sempre alla Zed, il via libera all’allestimento del palco pur senza le autorizzazioni paesaggistiche richieste dalla legge.

La denuncia alla magistratura ordinaria, per quest’ultimo punto, è stata depositata lo scorso 7 giugno a firma dei consiglieri di centrodestra Maurizio Bergamin (capogruppo), Massimo Biasio, Andrea Bison, Mauro Taverna e Antonio Zaccaria. Vi si legge: «Gli scriventi hanno presentato agli atti del Comune un’interrogazione urgente con richiesta di copia di tutte le autorizzazioni rilasciate per l’edizione 2010 del "Festival Live", ma alla data odierna nulla è dato sapere in merito sull’avvenuto rispetto della disciplina». La querela prosegue preoccupata. «Il complesso monumentale di cui si tratta riveste un rilevantissimo interesse pubblico, proprio per l’elevato grado di bellezza e panoramicità. In tale contesto gli impianti per gli eventi musicali tendono a trasformare l’immagine dell’area compromettendo la qualità dei luoghi».


Fonte: corrieredelveneto.corriere.it

Scrivi il tuo commento all'articolo

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle