Trafficanti italo-albanesi arrestati in Veneto

mercoledì 29 Dicembre 2010 - Cronaca

Trafficanti italo-albanesi arrestati in Veneto I carabinieri di Treviso hanno sgominato un'organizzazione italo-albanese di trafficanti di droga collegata anche ai cartelli del narcotraffico colombiano. Sette le ordinanze di custodia cautelare in carcere. L'operazione e' stata compiuta nell'ambito di un'inchiesta durata alcuni mesi e che ha permesso di scoprire un vasto traffico di cocaina ed eroina in provincia di Treviso e in altre citta' del Veneto. Secondo quanto accertato dagli investigatori, il traffico veniva gestito anche da alcuni indagati che si trovavano gia' in carcere e che riuscivano comunque a coordinare le attivita' della banda.

''Il comandante Gianfranco Lusito ed i suoi uomini hanno portato a termine un'operazione complessa, riuscita grazie ad un lavoro di grande impegno investigativo e di elevata professionalita'. Con queste forze dell'ordine i cittadini trevigiani e veneti possono sentirsi adeguatamente protetti''. Lo sottolinea il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, apprendendo nuovi particolari sull'indagine che ha portato i carabinieri di Treviso a sgominare un'organizzazione italo-albanese di trafficanti di droga che gestiva una rete di distribuzione di eroina e cocaina nelle province di Treviso, Venezia, Verona e Pordenone.

''Questi delinquenti - aggiunge Zaia - agivano con metodi sofisticati e costituivano una rete difficile da scardinare e molto pericolosa, visto che lo spaccio interessava un territorio particolarmente vasto. Averli smascherati, individuati ed arrestati e' la dimostrazione dell'efficienza e della tenacia con cui hanno lavorato il Colonnello Lusito e i circa 50 carabinieri impiegati nelle indagini''.

 

Fonte AdnKronos.com

Scrivi il tuo commento all'articolo

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle