MouseRevolution per i permessi di soggiorno

lunedì 31 Gennaio 2011 - Cronaca

MouseRevolution per i permessi di soggiorno Da questa mattina si potranno inviare le domande per mettere in regola quasi 100.000 lavoratori extracomunitari. I datori di lavoro dovranno essere veloci, perché saranno accolte le domande che arriveranno prima al cervellone del Viminale. Per i 30.000 lavoratori che si dedicano esclusivamente ai lavori domestici, le domande potranno essere inoltrate solo dalle 8 del 2 febbraio, mentre la procedura parte dal 3 febbraio per tutte le altre categorie.

E’ scattato alle 8 il ‘click day’, la procedura telematica che prevede l’ingresso in Italia di quasi 100mila lavoratori stranieri (per la precisione 98.080), secondo quanto definito dall’ultimo decreto flussi.

Per questa procedura, è importante la velocità da parte dei datori di lavoro, perché saranno accolte le domande che arriveranno prima al “cervellone” del ministero dell’Interno. I “click day” sono in realtà tre. Quello di oggi è dedicato a 52.080 lavoratori di nazionalità “privilegiate”, cioé di quei Paesi che hanno sottoscritto accordi di cooperazione in materia migratoria con l’Italia. Il secondo appuntamento è per mercoledì 2 febbraio, sempre alle 8, quando sarà possibile inviare le domande relative solo a colf e badanti di altri Paesi (30mila i posti a disposizione). Infine, l’ultima scadenza è per giovedì 3 febbraio, destinata alla conversione in permessi di soggiorno per lavoro subordinato non stagionale di 11mila permessi per studio, tirocinio, lavoro stagionale ed altre tipologie, nonché all’ammissione di 4mila extracomunitari che abbiano completato programmi di formazione nel Paese di origine.

Oggi è il click day, ovvero il giorno in cui 100mila stranieri dovranno inviare al ministero dell'Interno una serie di documenti necessari per la regolarizzazione del loro status in Italia. E dalle 7 di stamattina il sistema già avverte che sarà una lunga giornata per chi deve fare le procedure:

Ministero dell'Interno

Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione

Dalle ore 7:00 del 31 gennaio, per almeno due ore successive all'orario di inizio del "click day", il Sistema di Inoltro Telematico non sarà disponibile per le operazioni di registrazione, richiesta, compilazione e preparazione per l'invio dei moduli, operazioni di scarico del programma di invio (client) e visualizzazione della ricevuta di invio.

In mattinata la Stampa già avvertiva su quello che sarebbe successo:

Secondo gli ultimi aggiornamenti, sono già stati richiesti oltre 210 mila moduli (170 mila per colf e badanti e 40 mila per lavoro subordinato) e le domande pronte per l'invio risultano circa 115 mila. In realtà, quella di oggi non è che la prima fase dell'operazione prevista dal decreto sui flussi di nuovi immigrati. Riguarda 52.080 lavoratori di nazionalità «privilegiate», cioè di quei Paesi che hanno sottoscritto accordi di cooperazione in materia migratoria con l'Italia: maxi quote sono riservate a Egitto, Albania, Marocco, Moldavia, Tunisia, Filippine e Sri Lanka. Il secondo appuntamento è per mercoledì quando - sempre alle 8 - sarà possibile inviare le domande relative a colf e badanti di altri Paesi (30 mila i posti in palio). Infine, giovedì, l'ultima scadenza per la regolarizzazione di 11 mila permessi per studio, tirocinio, lavoro stagionale e altre tipologie, nonché per l'ammissione di extracomunitari che abbiano completato programmi di formazione nel Paese di origine.

Fonte giornalettismo.com

Scrivi il tuo commento all'articolo

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle