Arrestati tre marocchini che addestravano terroristi

lunedì 31 Gennaio 2011 - Cronaca

Arrestati tre marocchini che addestravano terroristi Tre cittadini extracomunitari sono stati arrestati dalla polizia, perché accusati di addestramento ad attività di terrorismo internazionale Due dei tre arrestati sono l'imam della comunità marocchina di Sellia Marina e il figlio. Il terzo arrestato fa parte della comunità marocchina di Lamezia. Tutti svolgono l'attività di venditori ambulanti.

Tre extracomunitari di origine marocchina, appartenenti alle comunità islamiche calabresi sono stati arrestati nel corso di un operazione antiterrorismo coordinata dalla Procura della Repubblica di Catanzaro e condotta dalla questura locale e dalla Polizia postale di Roma. I tre sono accusati di addestramento ad attività di terrorismo internazionale.

Due degli arrestati sono l'imam della comunità marocchina di Sellia Marina (un paese sulla costa ionica tra Catanzaro e Crotone) ed il figlio, mentre il terzo è un marocchino della comunità di Lamezia Terme. La Polizia ha effettuato anche 9 perquisizioni personali e domiciliari sempre a carico di extracomunitari marocchini.

Nel corso delle indagini è emerso che i tre arrestati utilizzavano la rete internet per procacciarsi e diffondere documenti multimediali, inerenti attività di addestramento all'uso di armi ed esplosivi e di software utilizzabili per il sabotaggio dei sistemi informatici.

IlSole24ore.com

Scrivi il tuo commento all'articolo

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle