Aggredisce cameriera alle spalle Poi semina il panico in pieno centro

mercoledì 10 Febbraio 2016 - Cronaca

Aggredisce cameriera alle spalle Poi semina il panico in pieno centro  L’uomo, completamente ubriaco, è stato fermato dalla polizia mentre tentava di entrare nel bar in cui si era rifugiata la donna

 TREVISO Dopo il passaggio dei carri mascherati in città, attorno alle 18 di martedì, è uscita dalla pizzeria dove lavora come cameriera ed ha cominciato a camminare con lo sguardo abbassato sul telefonino dirigendosi verso il supermercato Pam. Ma raggiunto il sottoportico all’angolo tra via Pescatori e via Fiumicelli, in pieno centro a Treviso, dietro piazza Borsa, è stata afferrata alle spalle da uno sconosciuto in preda ai fumi dell’alcol, che l’ha aggredita cercando di rapinarla del cellulare.

La donna, una 32enne trevigiana, ha tentato di divincolarsi e in suo soccorso è intervenuto il titolare del bar Ginger Ale, che l’ha trascinata nel suo locale chiudendo la porta alle sue spalle. Ma il malvivente, un 35enne di origini marocchine, non si è dato per vinto ed ha tentato di riaprire la porta, prendendola a calci e cercando di sfondarla.

A quel punto sono intervenuti anche dei ragazzini che hanno cercato di bloccare il 35enne facendolo cadere a terra e permettendo alla cameriera di uscire dal bar e scappare. Chiamati i soccorsi, in via Pescatori sono arrivate due pattuglie della polizia. Il magrebino, immobilizzato dagli agenti, non voleva in nessun modo calmarsi. Arrestato per tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale, è comparso questa mattina davanti al giudice per la direttissima.

Scrivi il tuo commento all'articolo

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle