Alto Adige: dalla Provincia 134 milioni per la ricerca

giovedì 3 Marzo 2016 - Politica

Alto Adige: dalla Provincia 134 milioni per la ricerca  Approvato un sostegno finanziario per privati, singole imprese o progetti di cooperazione

 . La giunta provinciale ha approvato oggi il programma 2016 per la ricerca scientifica e l’innovazione. Il budget della Ripartizione innovazione, ricerca e università è di 134 milioni di euro. Possono accedere al sostegno finanziario enti di ricerca, singole imprese o progetti di cooperazione tra aziende. "Un piano che punta a mettere in rete la ricerca con l’economia", ha detto il presidente Arno Komkpatscher. Finora l'Alto Adige riserva a questo settore solo lo 0,6% del Pil, "ma stiamo recuperando, investendo bene nella qualità e d'intesa con le parti interessate", ha aggiunto Kompatscher. Solo il budget della Ripartizione provinciale dispone di 134 milioni di euro, circa 30 milioni in più rispetto al 2015: circa 62 milioni di euro sono a disposizione degli istituti accademici e di alta formazione, 40 milioni per le strutture di ricerca (tra cui Eurac, IIT, Centro Laimburg e Fraunhofer Institut). La ricerca si concentra principalmente su 4 aree di specializzazione: energia e ambiente, tecnologie agroalimentari, tecnologie alpine, trattamenti di cura naturali e tecnologie medicali. Al sostegno diretto delle imprese tramite bandi sono destinati 33,3 milioni di euro, buona parte attraverso i fondi Fesr. E i risultati si vedono: negli ultimi anni il 50% delle aziende altoatesine si è impegnato nel settore dell'innovazione e il 30% ha avviato con successo un processo o un progetto innovativo. Nel 2015 le domande presentate da singole imprese sono state 217, circa 60 in più rispetto al 2014: 162 quelle approvate. Il sostegno riguarda tra l’altro attività di ricerca e sviluppo, studi di fattibilità per l’innovazione, diritti di proprietà industriale, sistemi di management, servizi di consulenza, innovazione di processo o dell’organizzazione. Anche nel 2016 ci sarà un bando per assunzione o messa a disposizione di personale altamente qualificato nelle aziende, con il finanziamento della Provincia a sostegno di parte del costo del personale

Scrivi il tuo commento all'articolo

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle