TERRORE ISLAMICO

giovedì 26 Novembre 2015 - Economia

TERRORE ISLAMICO

 







Vendiamo tutto: dai missili agli aerei fino al software I grandi acquirenti sono Algeria, Arabia Saudita ed Emirati





 

 

Nel Medio Oriente che ogni giorno si trasforma in una potenziale polveriera mondiale molti dei cannoni e dei mitra che sparano sono il meglio della produzione italiana. Già, tra il 2010 e il 2014, l’Italia ha autorizzato esportazioni nell’Africa settentrionale e nel Medio Oriente per 4,8 miliardi di euro di materiale bellico, una cifra pari al 27,8% del totale delle nostre esportazioni in questa parte del mondo. E dati che fanno di quest’area geografica il principale mercato di sbocco, dopo l’Europa. Un dato che torna alla ribalta oggi che nell’area la stabilità e la pace sono messe a dura prova dalle minacce dell’Is. A elaborare il conto è stato l’Ufficio studi della Cgia di Mestre che ha elaborato i dati presenti nelle relazioni annuali al Parlamento redatte dalla Presidenza del Consiglio dei Ministr

Scrivi il tuo commento all'articolo

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle