Ue contro lo smog

martedì 5 Aprile 2016 - Ambiente

Ue contro lo smog Petizione lanciata dai primi cittadini di venti città europee supera quota 110mila firme. Chiede alla Commissione europea e 28 Governi di rivedere l'innalzamento della soglia sui limiti delle emissioni nocive. "Norme che rappresentano una reale minaccia per i cittadini". Pronti a ricorrere alle vie giudiziarie, inclusa la Corte di giustizia europea

I SINDACI dicono no allo smog: ha superato le 110mila firme una petizione in cui i primi cittadini di venti città europee chiedono alla Commissione europea e ai 28 governi nazionali di fare dietrofront sulle soglie di superamento dei limiti Ue delle auto Euro 6, da poco concesse, con l'introduzione dal 2017 dei nuovi test su strada per le emissioni diesel (NOx).

Fra i promotori dell'iniziativa capitanata da Anne Hidalgo, prima cittadina di Parigi, cui si sono uniti quello di Milano, Giuliano Pisapia, insieme ai primi cittadini di Amsterdam, Atene, Barcellona, Bucarest, Budapest, Madrid, La Valletta, Lisbona, Copenaghen, Nicosia, Oslo, Riga, Rotterdam, Sofia, Stoccolma, Varsavia e Vienna. Uniti, sottolineano come queste norme rappresentino "una reale minaccia per gli abitanti delle nostre città. Se Bruxelles e i governi dei 28 non faranno nulla per garantire la salute pubblica e daranno invece alle case automobilistiche "il permesso di inquinare", si dicono pronti a ricorrere alle vie giudiziarie, inclusa la Corte di giustizia europea.

Per i sindaci "la salute dei cittadini viene prima delle lobby delle industrie". Da parte sua, l'esecutivo Ue si difende spiegando che l'adozione dei nuovi test di emissioni reali su strada invece di quelli in laboratorio comporterà una "significativa riduzione" degli inquinanti prodotti dalle auto. "L'attuale media del 400% in più (rispetto ai limiti stabiliti dall'Ue, ndr) passerà al 110% da settembre 2017 e al 50% da gennaio 2020" riferisce una portavoce della Commissione europea.

Dopo i test in condizioni reali per gli ossidi di azoto arriveranno quelli per il particolato e "proporremo che la performance in termini di emissioni delle auto venga indicata nel suo certificato di conformità, quindi sarà trasparente per il consumatore" ha aggiunto la portavoce.

Scrivi il tuo commento all'articolo

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle